Aggiornamenti sui ricorsi al TAR discussi in questi giorni

By 22 dicembre 2015Numero Chiuso, Università

Nei giorni scorsi si sono tenute le udienze di alcuni dei nostri ricorsi, patrocinati dall’Avvocato Michele Bonetti. Pubblichiamo una sua lettera, con l’obiettivo di fare chiarezza su quanto sta accadendo. Chiediamo, pertanto, di attenersi a quanto da noi comunicato e per ogni eventuale dubbio siamo come sempre a disposizione.

Carissimi,

con la presente vi rappresento lo stato dell’arte sui ricorsi, in modo particolare per quelli relativi all’art. 1 della legge 264/1999, ovvero medicina, veterinaria e professioni sanitarie, sebbene questi ultimi due corsi di laurea abbiano delle peculiarità ulteriori.

Alla scorsa Camera di Consiglio su ricorsi non nostri ci sono state delle pronunce negative e che comunque non ammettono in sovrannumero; ripeto, trattasi di ricorsi da noi non patrocinati, ma che lasciano trapelare un primo indirizzo sul macro vizio generale dell’anonimato, rispetto al quale avevo già espresso alcune perplessità. Trattasi di una Camera di Consiglio transitoria, in cui non era presente il Presidente del TAR uscente che a breve sarà sostituito definitivamente da un altro Presidente che ovviamente vorrà, potrà e dovrà dire la sua su tale questione .

Ovviamente da tale indirizzo restano esclusi i vizi sulle domande, il vizio sulle due domande annullate per veterinaria e il vizio sulla graduatoria unica di professioni sanitarie, valevole per ogni soggetto che ha un punteggio pari o superiore all’ultimo degli ammessi in qualsiasi altra parte d’Italia.

Le dette condizioni ci inducono a non inoltrare ancora il maxi ricorso UDU, il cui termine scadrà comunque il 30 gennaio 2016 per coloro che abbiano conseguito un punteggio inferiore ai 20 punti e il 4 febbraio 2016 per coloro che abbiano conseguito un punteggio superiore ai 20 punti.

Il nostro consiglio è dunque di soprassedere dall’avanzare nuovi ricorsi e attendere il maxi ricorso che in caso di esiti negativi ulteriori non verrà effettuato. Avrete in ogni caso nostre notizie dopo la prossima camera di consiglio del 14 gennaio 2015.

Abbiamo ritenuto di proporre per primi determinati ricorsi che, per la cronaca, sono stati accolti, ma su vizi peculiari da noi individuati. La nostra intenzione è infatti quella di aprire partendo da determinati contenziosi per giungere sino al corso dove quest’anno ci sono maggiori criticità, che è quello di medicina. Per questo abbiamo iniziato da determinati ricorsi (poi accolti) anche per sensibilizzare il collegio, oggi in composizione parzialmente diversa da quella che lo scorso anno accolse oltre 8000 e passa studenti.

Non si può non constatare che, nonostante l’azione fosse accompagnata da messaggi esterni fuorvianti, siamo riusciti, con l’esenzione ISEE per i redditi inferiori ai 15000 euro, a far passare messaggi positivi tramite una chiara pubblicizzazione che ha riguardato centinaia e centinaia di famiglie.

Siamo ancora più convinti che la battaglia debba proseguire, ma intendo allo stesso tempo mantenere un profilo sobrio e trasparente. Non escludiamo che determinate categorie o sedi passino anche quest’anno, ma dall’inizio abbiamo ritenuto di esporre, senza speculazioni economiche e politiche, le possibilità di riuscita.

Prenderemo ulteriori mandati per il ricorso straordinario che a questo punto, di fronte al primo indirizzo negativo del TAR pur se per motivi non sostanziali, si pone quasi come una strada più valida e alternativa, ma solo per i contenziosi che riterremo fondati. Riteniamo pertanto di proseguire ancora nei nostri ricorsi così come verificatosi per il ricorso al TAR per determinate categorie: scheda anagrafica, extracomunitari, professioni sanitarie per tutte le sedi CINECA per coloro che abbiano conseguito un punteggio pari o superiore all’ultimo degli ammessi in qualsiasi altra sede d’Italia, casi particolari (studenti disabili, DSA, crocette non computate, decadenza dalla graduatoria per omessa conferma di interesse nonostante il punteggio utile per entrare, domande ambigue ecc.).

Vi invitiamo altresì ad effettuare sempre la conferma di interesse a permanere nelle graduatorie, così come indicato nel bando.

La nostra lotta continua come sempre anche perchè, parafrasando un grande combattente, rivoluzionario, ma uomo, nello stesso tempo, della pacificazione e della riconciliazione: “un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.

I miei migliori auguri di buon Natale a tutti voi.

Per l’UDU,

Michele Bonetti, Avvocato