Chiediamo fondo d’emergenza studenti colpiti da calamita’ naturali: anche questo e’ diritto allo studio!

By 21 febbraio 2014CNSU 2013-16, Università

Il nostro Paese a causa di gravi mancanze in fatto di prevenzione e salvaguardia del territorio viene continuamente colpito da calamità naturali. Molte famiglie di studenti colpite hanno subito danni economici tali per cui rischiano di non riuscire a mandare i propri figli all’Università.

Lo Stato e gli Atenei non possono abbandonare questi studenti.

Gianluca Scuccimarra Coordinatore dell’Unione degli Universitari dichiara “ Non può esistere che sia una calamità a demolire il diritto allo studio. E’ necessaria un azione coordinata tra gli atenei, gli enti per il diritto allo studio e il Ministero affinché gli studenti le cui famiglie sono state colpite vengano tutelati e siano nelle condizioni di poter continuare a studiare.”

Gabriele Guaitoli UDU Modena Reggio Emilia continua “ A seguito dell’ultima alluvione che ha colpito il modenese causando non pochi danni alle famiglie abbiamo ottenuto che l’ateneo esentasse dalle tasse gli studenti di famiglie colpite, prolungasse la sessione d’esami e i termini per ottenere la borsa di studio. L’ateneo però a fronte dei tagli subiti negli anni non riesce da solo a sostenere e garantire il diritto allo studio agli studenti le cui famiglie sono state colpite dall’alluvione. E’ necessario, in questo senso, un intervento ministeriale.”

Conclude Scuccimarra “ L’alluvione del modenese è la punto dell’iceberg. Chiediamo al Parlamento di creare un fondo di emergenza atto a sostenere e garantire il diritto allo studio per tutti quegli studenti in difficoltà le cui famiglie sono state colpite. Le nostre Università in caso di calamità naturali devono essere nelle condizioni di salvaguardare la formazione degli studenti.

E’ il momento di pensare alla salvaguardia degli studenti sotto tutti i punti di vista, in ogni situazione: per questo presenteremo al CNSU una mozione che chiede di creare un fondo ad hoc di salvaguardia e tutela per studenti colpiti da calamità naturali. Chiediamo un Paese che salvaguardi l’Università e i suoi studenti anche nei casi di calamità naturali.”

2 Comments