#NONUMEROCHIUSO: Davanti le università di tutta Italia per controllare l’andamento dei Test con Flash Mob e volantinaggi.Per le segnalazioni è attiva l’app TEST D’INGRESSO SICURO 2014 e la mail ricorsi@unionedegliuniversitari.it

By 8 aprile 2014Università

Oggi, giorno dei test d’accesso a Medicina e Odontoiatria e nei prossimi giorni in cui sono previsti i test di Veterinaria e Architettura, l’UDU e la Rete degli studenti medi saranno in tutte le Università Italiane, come ogni anno, accanto alle migliaia di studentesse e studenti, con flash mob e volantinaggi della guida al test sicuro 2014 per prevenire e monitorare eventuali ingiustizie durante lo svolgimento delle prove.I flash mob e i volantinaggi che ci saranno in tutta Italia hanno lo  scopo di denunciare le ingiustizie del numero chiuso e dei test: per smontare l’attuale sistema d’accesso, infatti, è necessario partire da un test in sicurezza.

 

Gianluca Scuccimarra Coordinatore Unione degli Universitari “Come tutti gli anni oggi e nei prossimi giorni saremo davanti a tutte le università italiane  con flash mob e volantinaggi per smontare il numero chiuso partendo da un test sicuro. Distribuiremo, infatti, le guide al test sicuro affinché gli studenti siano coscienti di cosa debba o non debba accadere in aula, in modo da poter segnalare qualsiasi irregolarità. Partire da un test in sicurezza è l’unico modo per smontare tassello per tassello il sistema del numero chiuso: basti pensare che non c’è mai stato un anno in cui non vi fossero domande scorrette o violazioni dell’anonimato.

Il Flash mob organizzato alla Sapienza stamattina e il volantinaggio della guida al test sicuro, come in tutte le altre università italiane, vuole lanciare un messaggio preciso: per smontare il numero chiuso è necessario partire da un test in sicurezza.”

 

Alberto Irone “Nelle scorse settimane abbiamo fatto assemblee nelle scuole di tutta Italia per sensibilizzare gli studenti su come affrontare i test d’ingresso. Oggi saremo accanto a quelle studentesse e quegli studenti per un test in sicurezza. Ogni anno, infatti, le ingiustizie aumentano anziché diminuire: l’anno scorso il bonus maturità quest’anno l’anticipazione dei test ad aprile che hanno ingiustamente costretto migliaia di ragazze e ragazzi a tralasciare la preparazione dell’ultimo anno di superiori.”

 

Conclude Scuccimarra “ Ogni anno sono migliaia le segnalazioni e le irregolarità che avvengono durante i test d’accesso. I nostri ricorsi hanno messo in crisi l’attuale sistema d’accesso che sta implodendo su sé stesso. Sono troppe le ingiustizie causate dal numero chiuso, da anni lo denunciamo, così come continueremo a fare nei prossimi giorni preparandoci per nuovi ricorsi contro qualsiasi irregolarità ci verrà segnalata. Stiamo dimostrando non solo l’iniquità di un sistema ma anche la sua infondatezza: il numero dei laureati, infatti, è in netto calo come anche il numero di iscritti ai test. E’ ora di superare e smontare definitivamente il numero chiuso, la nostra battaglia continuerà a partire dai test di questi giorni sino a quando non avremmo ottenuto l’università libera democratica e accessibile che vogliamo!

E’ possibile segnalare eventuali scorrettezze sia contattandoci via mail a ricorsi@unionedegliuniversitari.it  sia attraverso l’app test d’ingresso sicuro 2014.”

One Comment