SMASCHERIAMO I TAGLI – SIT IN SOTTO IL CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

By 17 febbraio 2012dai territori, Università

Come associazione studentesca attiva presso l’Ateneo di Padova desideriamo esprimere tutta la nostra preoccupazione riguardo alla gestione da parte della Giunta Regionale del Veneto dei capitoli di spesa riguardanti il Diritto allo Studio, in merito alla quale siamo stati ricevuti in audizione dalla Commissione Bilancio del Consiglio Regionale martedì 13 febbraio 2012.

Abbiamo già denunciato lo scorso anno un disinvestimento di fondo (nazionale e regionale) sull’erogazione delle borse di studio, dato il taglio netto che era stato apportato nei bilanci: siamo intervenuti e, poche settimane dopo la nostra ultima audizione in Consiglio Regionale nel novembre 2011, il fondo regionale per le borse di studio è stato integrato di 800.000, consentendo la copertura di quasi tutte le borse.

Purtroppo anche per quest’anno accademico la situazione è drammatica.

Il fondo nazionale per le borse di studio presenta infatti (a meno di futuri interventi da parte del Parlamento, che ci auguriamo) un taglio, per quanto riguarda la quota destinata al Veneto, di quasi la metà rispetto allo scorso anno: da 10.600.000 a 5.600.000 euro (nel 2006 erano quasi 20 milioni). Inoltre, il fondo regionale ricavato dalla tassa sul diritto allo studio è (in previsione) pressocché costante, 13.025.883 euro. Il problema è che è stato azzerato anche il fondo ulteriore garantito dalla regione, che per l’anno scorso era di 800.000 euro (proprio quelli ottenuti con l’emendamento in questione).

Con un bilancio di questo tipo, sarà ovviamente impossibile erogare tutte le borse di studio agli aventi diritto.

Ma vi è un problema altrettanto grave che riguarda gli ESU, e che traspare poco ad una prima lettura del bilancio: anzitutto permane l’azzeramento (che data ancora al 2010) dei fondi per le spese di investimento degli enti per il diritto allo studio. Per quanto riguarda il capitolo di spesa principale, viene confermata la spesa dell’anno scorso, circa 12 milioni di euro. Il problema però è che, come ci è stato spiegato dal commissario straordinario dell’ESU Padova Rocco Bordin, la Direzione del Consiglio Regionale prevede (per l’assestamento di bilancio) una riduzione rispetto alla cifra prospettata del 17%, che va a sommarsi a quella dell’11% già apportata nel 2011. Tali tagli, ci fa sapere l’ESU, non consentiranno di mantenere gli attuali servizi ai medesimi costi.

Ora pensiamo sia importante far sentire la nostra voce come studenti delle università e delle scuole del Veneto: MARTEDI’ 6 TUTTI SOTTO IL CONSIGLIO REGIONALE per smascherare le politiche di taglio sulle spalle degli studenti veneti.

Appuntamento alle 9.30 in stazione, muniti di maschera: poi ci dirigeremo tutti verso il Consiglio Regionale per smascherare i tagli! 

Studenti per- UDU Padova

[AWD_likebutton] [AWD_comments]


8 Comments

  • Sarah ha detto:

    Love the blog

  • Sispmemodesse ha detto:

    Get up to 100000 forum backlinks with our backlinks service & massive targeted traffic Get large online web traffic using superb backlink service available. We can post your marketing post up to 100’000 forums around the web, get thousands of backlinks and incredible targeted web traffic in very short time. Most affordable and most powerful service for web traffic and backlinks in the world!!!! Your post will be published up to 100000 forums worldwide your website or blog will get instant traffic and massive increase in seo rankings just after few days or weeks so your site will get targeted long term traffic from search engines. Order now: backlink service

  • Tiara ha detto:

    alessandro* scrive:La uostaziine sta assumendo dei contorni da assuefazione al potere: infatti nel discorso alla Camera, quello ha pronunciato le seguenti parole: Provvederemo a riorganizzare le province, in modo pif9 efficiente e pratico, assegnando alcune deleghe alle municipalite0, nella linea tracciata dal decreto federalista realizzata da questo governo .Quindi, tenuto conto che le provincie dovranno cedere il passo ai municipi , cedendo deleghe, il destino delle province sare0 quello di svuotarsi degli organi di potere, ma non del potere, quindi il loro futuro sare0:a) per ill principio di scalabilite0, riceveranno altre deleghe ex-novo e/o dalla regione ( mia personale curiosite0 sare0 capire qauli saranno )b) verranno svuotate come organi di governo del territorio mantenendo una funzione da supervisore o da coordinatore delle municipalite0 .In entrambi i casi sare0 una strategia di sopravvivenza indotta.Cordialmente

  • 1.What types of things did the first website ask you to do?The website tells us to read a reversed paragraph in 60 seconds.2.On a scale of 1- 10 how successful were you in completing the tasks? 73.What made completing the task difficult?The letters were reversed, but I made out the words little by little.4.What could the web designer have done to make the site more accessible to you?They made it helpful by informing me of the reversed speech.1.What types of things did the first website ask you to do?It asked me to multi-task.2.On a scale of 1- 10 how successful were you in completing the tasks? 73.What made completing the task difficult?Doing two things at the same time.4.What could the web designer have done to make the site more accessible to you?They could have made it less difficult.

  • Once I received a call offering me a decent sum to turn for a pianist for a chamber music concert. I was pleased to finally get paid for something I’d been doing pro bono for years. I got there early and met with the pianist. He seemed high-strung but some people are before a concert. I clarified repeat issues with him and he assured me he was a clear nodder.The concert began and I soon saw why he was so high-strung; his mediocre technique and limited musicality made him a bad choice to play the well-known Beethoven and Brahms trios he was tackling (almost literally, football player style). We got towards the end of the first page and he did not nod. I figured, Maybe he likes memorize the beginning of the next page and have late turns. Nope as we reached the last two beats he abruptly turned his heard toward me and, in a low, gruff voice barked, Turn! This disagreeable ritual was repeated for most of the performance. I thought it might have been less disruptive for him and the audience to nod as he said. No such luck. I made it through and didn’t mess it up, but he really unnerved me and I dare say I was very deserving of my pay that evening.

  • cialis ha detto:

    I wouldn’t be able to get rid of it either! I’m not much of a collector, but when it comes to sentimental items, it’s impossible for me to part with them. xo

  • especially because we can confirm some awesome names speaking that weekend! Evo Terra, the fabulous Amy Donohue, and we even have some local TV news fame speaking- 3-TV?s Carey Pena!  Who would want to miss