Studentesse e studenti in piazza con FP e Flc CGIL #pubblico6tu / servizi pubblici perché servono, perché di tutti

By 7 novembre 2014Sociale

Sabato 8 novembre come Unione degli Universitari e Rete degli studenti medi aderiamo alla manifestazione in difesa dei settori pubblici e della conoscenza lanciata dalle categorie di riferimento di CGIL, CISL e UIL. Sabato saremo in piazza per chiedere al Governo una vera inversione di rotta, in controtendenza rispetto alle politiche degli ultimi vent’anni, ovvero di ripartire dal pubblico per farlo divenire punto di forza del Paese.

 

 

 

Alberto Irone Portavoce della Rete degli studenti medi dichiara “Sabato saremo in piazza con le lavoratrici e i lavoratori del settore pubblico e della conoscenza in difesa del pubblico: dall’istruzione, alla sanità, per chiedere un investimento vero in tutti quei settori che devono continuare ad essere pubblici e accessibili a tutti, a prescindere dalle condizioni socio economiche di partenza. Ancora una volta studentesse e studenti da tutta Italia saranno in piazza con le lavoratrici e i lavoratori, sabato in difesa di tutto ciò che è e deve rimanere pubblico.”

Conclude Gianluca Scuccimarra Coordinatore dell’Unione degli Universitari “Sabato saremo in piazza in diesa dell’istruzione pubblica, per chiedere maggiori investimenti strutturali in tutti quei settori pubblici che di fatto sono l’unico strumento esistente per appianare le tante disuguaglianze che vediamo tutti i giorni. Le nostre battaglie contro il numero chiuso hanno come primo fondamento la difesa del pubblico e del libero acceso, da qui vogliamo ripartire per un Paese che faccia dei settori pubblici punto di forza e non di debolezza. Sabato in piazza chiederemo al Governo una scelta in controtendenza rispetto agli ultimi vent’anni: perché ripartire dal pubblico significa ripartire da noi, dai giovani, dai cittadini.”

 

14 Comments