UDU Unione degli Universitari: solidarietà allo studente ferito a Torino e ferma condanna di ogni violenza

By 11 maggio 2012dai territori

UDU Unione degli Universitari: solidarietà allo studente ferito a Torino e ferma condanna di ogni violenza


L’UDU Unione degli Universitari esprime solidarietà al Presidente del Senato Studentesco dell’Università degli Studi di Torino, ferito ieri davanti all’ingresso del Salone del libro e condanna fermamente ogni tipo di violenza contro gli studenti. Il rappresentante degli studenti, sarebbe dovuto entrare all’interno per assistere alla conferenza “Avere 20 anni ora” organizzata da un’associazione di studenti vicini all’Udc. Ospiti dell’iniziativa erano i Ministri Profumo e Fornero.


Michele Orezzi, Coordinatore Nazionale dell’UDU Unione degli Universitari, riferisce: “Da quanto abbiamo potuto appurare, l’associazione ‘Studenti Indipendenti’ aveva inoltrato le richieste di accreditamento per partecipare alla conferenza, ma la sera del giorno prima hanno ricevuto il rigetto da parte degli organizzatori. Gli studenti si sono presentati la mattina davanti all’ingresso per chiedere pacificamente l’ingresso ma, dopo il tentativo da parte di studenti di un’altra associazione di entrare, c’è stata una carica nella quale è stato colpito proprio Malanga. Come Unione degli Universitari desideriamo esprimere la nostra vicinanza a Nicola e condannare il gesto della polizia. Sarebbe auspicabile sempre il confronto, e proprio per questo non comprendiamo la scelta di tenere fuori alcuni studenti dalla conferenza: figuriamoci la repressione per una situazione di tensione per giunta non creata dagli studenti. Assurdo”.


Simone Baglivo, dell’UdU Torino: “Siamo arrivati alle selezione preventiva di chi poteva assistere all’evento: un’assurdità. A parte condannare senza se e senza ma la violenza da parte delle forze dell’ordine non possiamo che constatare che la situazione di tensione la si è voluta creare. Se si fossero concessi accrediti per entrare, non ci sarebbero stati problemi di nessun tipo. Invece, a dispetto di ogni reale spirito di confronto, non solo si è negata la partecipazione ad un’istituzione che rappresenta tutti gli studenti della statale, ma proprio il Presidente del Senato Accademico è stato oggetto di violenza. Un fatto gravissimo che non può passare inosservato e che va denunciato a gran voce”.