Giusti i controlli e il contrasto alle irregolarità ma la vera emergenza è la mancanza di coperture e di fondi!

By 29 novembre 2013Sociale

 

 Da una serie di verifiche effettuate dalla Guardia di Finanza della Provincia di  Roma è emerso che il 62% degli studenti fruitori di benefici e sottoposti ad  accertamento, presentavano irregolarità legate alle dichiarazioni su redditi e  patrimoni. I controlli, riferiti ad un campione ridotto di studenti, circa 500, sono il  frutto di un  accordo tra Guardia di Finanza, Regione Lazio e Atenei romani.

“ Le  irregolarità nelle dichiarazioni danneggiano tutti, e privano studenti che ne  avrebbero davvero diritto, della possibilità di usufruire di borse di studio, servizi e    agevolazioni, ma non si può generalizzare mettendo tutti gli studenti nel calderone,  come una parte della stampa sta facendo” dichiara Gianluca Scuccimarra,

Coordinatore nazionale dell’unione degli universitari, che continua: “i controlli sono indispensabili, e per aumentare la trasparenza ben vengano forme di coordinamento tra i vari enti, di cui abbiamo già esperienze positive, ma le false dichiarazioni di qualche studente non possono oscurare il dramma di un sistema sottoposto a tagli continui, con decine di migliaia di studenti che avrebbero diritto a borse, alloggi e agevolazioni, ma non le ricevono per mancanza di fondi”.

7 Comments