Come annunciato durante il suo discorso al Senato, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi inizierà il suo mandato visitando diverse scuole del Paese, a partire, oggi, da Treviso. L’UdU e la Rete degli studenti scrivono una lettera aperta al Presidente del Consiglio e al Ministro dell’Istruzione per fissare le 8 emergenze fondamentali dell’istruzione pubblica vista dagli studenti e le loro proposte per risollevare da subito un sistema ormai vicino alla distruzione.

QUI IL TESTO COMPLETO DELLA LETTERA

Dichiara Gianluca Scuccimarra, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari: “L’istruzione, nel nostro Paese, è da anni oggetto di tagli e riforme devastanti, e non ha più occasioni da perdere: se si vuole risollevarne le sorti, bisogna intervenire con misure concrete, senza spot e promesse. Troppo spesso si è intervenuti sull’istruzione senza ascoltare gli studenti, e finendo sempre per aggravare le condizioni di un sistema ormai in ginocchio”.

Continua Daniele Lanni, Portavoce Nazionale della Rete degli Studenti Medi: “Sia il discorso al Senato, che la sua visita nelle scuole, possono essere segnali di attenzione al tema dell’istruzione; ma la scuola non è una vetrina: se c’è la volontà reale di occuparsi di alcune priorità, si confronti anzitutto con chi la Scuola la vive tutti i giorni, cioè con noi studenti, e ascolti le nostre proposte”.

Conclude Scuccimarra: “Per questo, come Unione degli Universitari e Rete degli Studenti Medi, abbiamo inviato una lettera al Presidente Renzi, e al Ministro Giannini, contenente le nostre otto proposte per Scuola e Università; otto punti prioritari, su cui il Governo dovrebbe investire, se vuole davvero che l’istruzione torni ad essere una risorsa per tutto il Paese”.

18 Comments